Intervista a Gianluca Picciarelli responsabile della Centrale Operativa Multiprotexion

Ogni giorno in Multiprotexion coesistono diverse realtà lavorative che si intrecciano allo scopo di offrire un servizio di prevenzione e sicurezza solido e concreto. Qualità e dedizione sono le parole chiave per la gestione di procedure complesse visionate da professionisti del settore che giornalmente 24 ore su 24, sette giorni su sette, sorvegliano e proteggono veicoli e edifici commerciali (e non) da possibili intrusioni e attacchi di malintenzionati.

I molteplici occhi di Multiprotexion appartengono alle “Aquile” tutte guardie giurate che scrutano e si adoperano nei casi di allarme o situazioni criptiche in cui la professionalità è la formula vincente per un’attenta analisi del rischio legati a furti e danneggiamenti.

Stiamo parlando della Centrale Operativa di Multiprotexion da sempre cuore pulsante di un’azienda dinamica che monitora più di 17.000 veicoli nel panorama del trasporto merci e oggi incontreremo Gianluca Picciarelli responsabile e supervisore della Centrale.

Gianluca Picciarelli – Responsabile Centrale Operativa

Com’è iniziata la tua carriera in Multiprotexion?

Sono arrivato in Azienda 12 anni fa e provenivo da un competitor del settore. Fin da subito mi sono reso conto dell’approccio differente alla Security e la possibilità di concretizzare idee che fino a quel momento ritenevo non realizzabili.

Raccontaci cosa avviene tutti i giorni in Centrale Operativa.

Dobbiamo pensare ad un ambiente di lavoro particolare, una struttura operante 24 ore su 24, 7 giorni su 7, un racconto che non ha mai fine. La gestione delle segnalazioni di allarme occupano la maggior parte del tempo. A questo bisogna aggiungere tutti i controlli di funzionalità che vengono effettuati e l’analisi delle problematiche riscontrate. Molta attenzione è data al rispetto dei KPI stabiliti.

Qual è stato il momento più difficile e quello più soddisfacente nel tuo lavoro?

I momenti difficili quasi sempre sono conseguenza di eventi criminosi. Mentre, l’analisi degli stessi e la ricerca della giusta soluzione, rappresentano le soddisfazioni.

Quali sono per te i valori che un buon servizio di sicurezza deve avere?

La precisione delle informazioni e il rispetto di procedure ben organizzate. Tutto il processo deve essere analizzato a priori, senza possibilità di errore. Mi piace pensare alla Security come ad un elemento dove esistono un colore bianco e un colore nero. Il grigio rappresenta l’incertezza che bisogna stemperare per arrivare ai due colori principali. 

Quanto è importante per questo lavoro la tempestività?

E’ un requisito fondamentale e necessario. Alcuni reati vengono consumati in una manciata di secondi, la nostra capacità sta nel prevenirli e intervenire con estrema rapidità sfruttando ogni tecnologia a disposizione.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *